Resoconto presentazione “Minusio e Locarnese nel periodo 1943-1945”

In piena emergenza Covid-19 abbiamo tenuto il venerdi 30.10.2020 la presentazione “Minusio e Locarnese nel periodo 1943-1945”. Quanto segue è un breve resoconto della bellissima serata.

I due relatori della serata, Marino Viganò (sinistra) e Raphael Rues (destra). Fonte: ATV

Come società storica ci rendiamo conto di come nell’attuale situazione diventa sempre più difficile mobilitare delle persone, ma anche organizzare un’evento. Grazie al notevole contributo del Centro culturale e museo Elisarion, il particolare di Claudio Berger (curatore) e Renato Mondada (responsabile dicastero cultura Municipio di Minusio), siamo comunque riusciti ad organizzare una serata, mirata ad illustrare il ruolo di Minusio nel periodo 1943-1945.

La Conferenza di Pace di Locarno. Il sindaco Giovan Battista Rusca seduto vicino a Benito Mussolini, foto presa il 16.10.1925 nella fase finale della Conferenza.

I due relatori, Marino Viganò e Raphael Rues, hanno iniziato la serata con un prologo storico partito dalla Conferenza di Pace di Locarno del 5-16.10.1925. Un’avvenimento storico per la regione con almeno 400 diplomatici e giornalisti, che toccò direttamente Minusio, dato che la delegazione tedesca soggiornò nell’allora imponente Hotel Esplanade.

Raphael Rues mentre spiega il periodo del poeta Stefan George passato a Minusio, poco distante dall’attuale Elisarion. Fonte: ATV

La conferenza ha poi continuato, illustrando l’importanza della presenza del poeta Stefan George arrivato a Minusio nel 1931, e morto nel dicembre 1933. Con George arrivano a Minusio anche i fratelli Berthold e Claus Schenk von Stauffenberg. I quali verranno poi uccisi dai nazisti nell’estate del 1944, incriminati per aver ideato e messo in atto, l’attentato del 20.7.1944 ad Adolf Hitler.

Luigi Gigi Martinoni (1914-1991), mitica figura di Minusio, massimo esponente dell’antifascismo Ticinese.

L’importanza di Minusio nel contesto degli avvenimenti storici mondiali è stato poi illustrato con la figura di Luigi Gigi Martinoni. Comunista di Minusio e insieme con Romeo Nesa di Lugaggia, massimo esponente dell’antifascismo ticinese. I due, forti della loro esperienza nel contesto della guerra civile Spagnola, saranno poi i massimi artefici dell’aiuto militare alla Zona Libera dell’Ossola durante il periodo 10.9.1944 al 17.10.1944.

colonello Mario Martinoni (1896-1981), protagonista a Chiasso-Como delle ultime fasi del conflitto mondiale. Fonte: Insubrica Historica

Parlando di Minusio nel contesto della Seconda Guerra Mondiale non è mancato un riferimento diretto alla tragica figura del colonello Mario Martinoni (1896-1981). In questo ambito Marino Viganò ha saputo illustrare il gesto di Martinoni alla frontiera di Chiasso-Como nell’aprile 1945.

Raphael Rues ha poi terminato la serata con la parentesi meno conosciuta dell’epurazione. Grazie a documenti di archivio si è potuto fare luce su quanto successe a Minusio nel periodo 7.5.1945 fino all’estate 1945. Un momento caldo, nel quale si assiste ad un redde rationem contro i soprusi perpetrati dai nazi-fascisti locarnesi. Un momento della storia locale tanto delicato quanto ancora completamente da ricercare.

Grazie ancora a tutti quelli che hanno partecipato alla serata!

La presentazione durata quasi due ore si è poi conclusa con una serie di domande da parte dell’attento pubblico. Ancora un caloroso grazie da parte del comitato di ATV a tutte le persone, soci e non, che ci hanno fatto dono della loro presenza.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*